scooby

scooby

Pagina 3 di 4

Il team di Scooby Sprinters è pronto a correre il 29 aprile. Li sponsorizzi?

SU DI NOI

Scooby ha più di 30 anni di esperienza come rifugio per animali abbandonati e maltrattati. L’associazione è nata nel 1987 su iniziativa di diverse donne come risposta alla quantità di cani abbandonati nella zona di Medina del Campo (Valladolid).

A metà degli anni ’90, quando già avevamo più mezzi, abbiamo messo in luce le atrocità commesse nei confronti dei galgo spagnoli e il nostro lavoro è cresciuto a livello internazionale grazie all’attuale presidente, Fermín Pérez.


Al momento, l’aiuto economico straniero e le adozioni in paesi come Olanda, Francia, Italia e Germania sono di cruciale importanza per noi. Per la prima volta, nel 2015, siamo riusciti a fare in modo che il numero di cani e gatti dati in adozione superasse quello di animali entranti in rifugio con 1138 adozioni.

Nonostante questo, la quantità di abbandoni non diminuisce e nel 2017 si sono registrate cifre allarmanti. Ogni giorno, arrivano nei nostri rifugi una media tra i 4 e i 5 animali abbandonati. La fine della stagione venatoria a febbraio insieme alla nascita di cucciolate indesiderate (soprattutto in primavera) sono due momenti critici di abbandono.

Ad oggi, siamo il rifugio più grande in Spagna, nei nostri santuari risiedono più di 600 tra cani e gatti, oltre ai 200 animali considerati da fattoria. Cavalli, asini, pecore, maiali, oche, anatre, … con storie di abusi e maltrattamenti alle spalle vivono ora liberi nei nostri prati.
Abbiamo rifugi a Medina del Campo (Valladolid), Valladolid, Zamora e Palencia. In più, svolgiamo il servizio di punto raccolta animali abbandonati a Palencia, Zamora, nella provincia di Salamanca e a Medina del Campo.

Scopri come puoi collaborare con noi e come puoi adottare uno dei nostri animali.

Scooby è finanziata principalmente attraverso donazioni, soci e vendita di merchandising.

 

 

EDUCAZIONE

Per poter porre fine all’abbandono, al maltrattamento e all’abuso degli animali che sono le uniche vittime, pensiamo sia fondamentale lavorare su varie linee educative che possano instillare l’empatia.

Periodicamente, il nostro gruppo educativo organizza open-day e realizza visite presso scuole e centri anziani.

Le linee si basano su tre pilastri principali

  • Insegnare la responsabilità. Mostrare l’importanza della sterilizzazione, del microchip e dei controlli veterinari degli animali da compagnia;
  • Veganesimo. Mostrare la sofferenza del bestiame vittima delle industrie alimentari e come il consumo di carne, oltretutto poco raccomandabile per la salute, sia la principale causa del surriscaldamento globale. Consideriamo il veganesimo come l’opzione più rispettosa e salutare;
  • Rispetto per l’ambiente. Insistere sui temi ambientali di vitale importanza, tra cui riciclaggio, inquinamento e risparmio energetico e idrico.

Se condividi i nostri obiettivi, se sei o sei stato insegnante o semplicemente una persona paziente e con doti comunicative e sociali e vuoi costruire un mondo migliore per gli animali,scrivici e fai parte del nostro gruppo educativo!

TI ASPETTIAMO !  

 

Galgo e Podenco

 

L’80% dei cani salvati da Scooby proviene dall’ambiente della caccia. La maggior parte sono cani (galgo e podenco) “scartati” dai cacciatori e galgueros che ormai non possono trarne utilità o sollazzo.

La riproduzione massiccia che fanno di questi animali, sperando che tra le loro fila nasca un vincitore, rendono il nostro un lavoro che non finisce mai. È merito delle adozioni internazionale se possiamo continuare a salvare animali. Ogni anno organizziamo più di 20 viaggi in Europa per accompagnare i nostri animali verso le loro nuove case. Inoltre, ogni volta vengono richieste più adozioni in USA e Canada.

A Scooby, salviamo circa 600 galgo l’anno. Alcuni vengono donati dai padroni, ma la maggior parte viene portata nel rifugio che era abbandonata. Molti arrivano feriti o investiti da macchine, per cui è richiesta attenzione veterinaria e chirurgia che a volte può essere molto costosa. I traumi psicologici sono tuttavia molto radicati.

Dopo molto sforzo, la maggior parte dei galgo viene adottata e rimangono nei rifugi solo quelli profondamente traumatizzati. Non hanno molta fortuna i podenco, i meticci, i malati o i cani anziani, che vengono chiamati “cani invisibili” o “dimenticati”. Questi passano anni e anni in rifugio e spesso finiscono per morire qui.

Vuoi conoscerli e magari dare loro una possibilità?

SANTUARIO

 

Il santuario Scooby offre una casa permanente a 200 animali da fattoria vittime dell’industria alimentare, di quella per l’intrattenimento e di molti altri abusi. Cavalli, asini, capre, pecore, maiali, mucche, conigli, procioni, galline, oche, anatre, … la maggior parte proviene da sequestri del Seprona, da chiusure di zoo o abbandoni

Gli animali del santuario non vengono dati in adozione, questo sarà il loro alloggio per tutta la durata della loro vita perché non possiamo assumerci il rischio che tornino ad essere sfruttati per la loro carne, latte, uova o per il semplice divertimento. Perciò, ci impegniamo affinché godano di una lunga e prospera vita nelle migliori condizioni possibili e, soprattutto, in libertà.

Se vuoi aiutarci con le loro cure, puoi optare per un’adozione virtuale, oppure unirti al nostro gruppo di volontari scrivendo a

 

 

RIFUGI DI SCOOBY

Al momento abbiamo rifugi a Medina del Campo (Valladolid), Valladolid, Zamora e Palencia:

 

Scooby Medina del Campo.

Indirizzo: Carretera de Olmedo km.2

Telefono: 983 481 065

email:

 

 

Scooby Residencia Valladolid.

Indirizzo: C/Panera 2 Parva de la Ría, Valladolid

 

 

Scooby Zamora.

Indirizzo: Polígono Industrial Los Llanos

Telefono: 678198376

Email:

 

 

Scooby Palencia.

Indirizzo: Depósito de Ramirez km 2 Carretera de Autilla s/n

Email:

 

Pagina 3 di 4

Su di noi

Scooby ha più di 30 anni di esperienza come rifugio per animali abbandonati e maltrattati. L’associazione è nata nel 1987 su iniziativa di diverse donne come risposta alla quantità di cani abbandonati nella zona di Medina del Campo (Valladolid). A metà degli anni ’90, quando già avevamo più mezzi, abbiamo messo in luce le atrocità commesse nei confronti dei galgo spagnoli...

Leggi di più...

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias mediante el análisis de sus hábitos de navegación. Si continua navegando, consideramos que acepta su uso. More details…